fbpx

Imbottigliato il nuovo Rosato Carpe Diem 2019

Settimana scorsa ci siamo dedicati all’imbottigliamento del vino rosato “Carpe Diem”.
Noi siamo partiti nel 2003 con la produzione di vini rossi da nostre uve biologiche Barbera e Dolcetto, seguendo la tradizione del territorio e le passioni di mio marito Mauro, il produttore.
Dopo qualche anno ho espresso il desiderio di poter avere un vino fresco da aperitivo, fruttato e facile da bere, soprattutto per chi si sta avvicinando al mondo del vino per la prima volta.
Ed è nata così nel 2010 la prima annata di Carpe Diem con uve Dolcetto.
Mauro era un po’ scettico perché tempo fa non c’era in questa zona una cultura o tradizione per questi vini. Negli ultimi anni la tendenza è cambiata e molti produttori si stanno muovendo nella direzione dei rosé che privilegiano la freschezza, rispetto alla maturità del frutto. Anche il pubblico dei millennials lo apprezzano sempre di più perché è un vino piacevole, informale, da compagnia.

Abbiamo prodotto 1400 Bottiglie di Carpe Diem 2019 vino biologico prodotto con uve Dolcetto e Pinot nero.
L’idea di utilizzare il Pinot nero per il rosato è nata nel 2017 per donare eleganza e struttura ad un vino semplice e siamo molto soddisfatti dei risultati anno dopo anno.
Il Dolcetto e il Pinot vengono vinificate in tempi diversi ma con la stessa metodologia.
Dopo la diraspatura e una pigiatura soffice dei grappoli raccolti manualmente, il mosto viene svinato entro 2 ore in modo da avere solo un breve contatto sulle bucce per limitare l’estrazione del colore dalle bucce fino ad ottenere il tipico colore rosato.
La fermentazione procede lentamente in vasche di acciaio e prima dell’inverno si procede all’assemblaggio dei due vini in vasche di acciaio per la naturale stabilizzazione in attesa dell’imbottigliamento.

 

I Carpe Diem 2019 si presenta limpido, poco trasparente, poiché non utilizziamo alcun filtro, e scorrevole.
Alla vista si presenta con un colore Rosa cerasuolo chiaro che ricorda la “cerasa”, la ciliegia appena matura.

Al naso leggero, fruttato con sentori di frutti rossi freschi come il ribes rosso, floreale in particolare la rosa,
(intensità: leggero; qualità/franchezza: schietto ; qualità/finezza: mediamente fine)

In bocca si presenta con una buona struttura (di corpo), caldo (14%), rotondo, secco (no residuo zuccherino), una bella acidità e freschezza donata dalla piacevole sensazione di frutti rossi e leggermente sapido

Nel complesso è un vino fresco, equilibrato da consumare giovane (1-2 anni)

E’ un vino a cui sono particolarmente affezionata perché l’ho voluto fortemente in quanto adoro i rosati.
In particolare questa annata 2019 è un rosato di carattere che racconta la nostra terrra e il lavoro appassionato di Mauro nei vigneti. Grazie alla sua struttura, può esserree il protagonista di un allegro aperitivo estivo ma anche di una cena a base di pesce. In agriturismo è diventata una valida alternativa ai nostri vini rossi, soprattutto nei periodi più caldi.
Perfetto con delle nocciole tostate, e’ un vino che accompagna per concordanza delle acciughe in salsa verde, dei leggeri antipasti di verdure come il capunet o una tartrà, antica budino salato piemontese. Per contrasto può essere abbinato a preparazioni di dolci a base di frutta.

Carpe Diem – Cogli l’attimo
Cogli l’attimo e vivilo, lasciati avvolgere dalla freschezza che si sprigiona intensa al palato e colpisce piacevolmente con sensazioni di frutta intensa , che ti attraversa regalandoti un’infinita voglia di continuare.

Carpe Diem è dedicato al piacere di saper cogliere i momenti bella della vita. Oggi più che mai!