fbpx

Il Vino “La Follia” con un nuovo look

Il difficile periodo del primo lockdown ci ha donato del tempo per pensare ad un nuovo look per il vino “La Follia”, Piemonte DOC Pinot Nero biologico, sia nella versione classica da 0,75 che Magnum da 1,5lt.

 

Essendo un vino che fa un periodo di affinamento in barriques da 225 litri, volevamo una bottiglia che distinguesse il Pinot Nero dagli altri vini di nostra produzione che affinano in vasche di acciaio.

Così anziché utilizzare la bottiglia Bordolese abbiamo selezionato la Borgognotta, originaria della Borgogna. Viene prodotta in vetro di buon spessore, in colore bianco per i vini bianchi e in verde o marrone per i vini rossi come nel nostro caso. Per le sue caratteristiche di peso e semplicità di stoccaggio si è diffusa in tutto il mondo diventando un tipo di bottiglia molto usato soprattutto per gli Chardonnay e per i Pinot Nero (i due vini maggiormente rappresentativi della Borgogna appunto). La grafica dell’etichetta, che rappresenta il nostro progetto di vita ( la realizzazione della Tenuta Antica ) non è cambiata ma solo adeguata negli spazi.

Veronelli nel suo libro “Il Vino giusto” (1971) scriveva:

“Le bottiglie del vino sono: la Renana, la Bordolese, la Borgognotta. Ogni altra bottiglia è da considerarsi di fantasia (quasi sempre deplorevole)”.

E termino con questa citazione di Omero, che individua nel nettare di Bacco un agevolatore di conversazione:

“Vino pazzo che suole spingere anche l’uomo molto saggio a intonare una canzone, e a ridere di gusto, e lo manda su a danzare, e lascia sfuggire qualche parola che era meglio tacere.”

Mi sembra molto adatta per la nostra Follia! Soprattutto bevuta dopo cena….. E voi, che ne dite?

Vedi qui il precedente articolo su “LA FOLLIA”

Vai qui per ordinare “LA FOLLIA”